ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCRIPTA MANENT

L’alimentazione nelle religioni

DI: Lucia Ambrosino

Nelle religioni l’alimentazione ha un ruolo fondamentale ed ognuna di esse indica delle prescrizioni che ogni fedele deve seguire. Nella nostra società sono piuttosto frequenti i casi di riunioni conviviali in cui sono presenti persone di differenti religioni; in queste situazioni si possono creare situazioni di disagio,per cui sarebbe opportuno conoscere le regole alimentari dettate dalle più importanti religioni.
Ebraismo
E’ la più antica religione monoteista del mondo occidentale  e consente il consumo soltanto di alcuni alimenti di origine animale e in particolare degli animali ruminanti che hanno lo zoccolo spaccato. E’ quindi consentito mangiare carne (e latte) dei bovini, degli ovini e del capriolo. E’ consentito il consumo dei volatili ed anche dei pesci, ma soltanto quelli con pinne e squame. E’ proibito il consumo di carne dei suini (cinghiale e maiale) e del coniglio.
Molto importante è il metodo di macellazione, denominato Kosher, che deve essere rapido, il più possibile indolore e deve assicurare il dissanguamento completo degli animali perché è proibito mangiare il sangue.
Anche la cottura deve avvenire nel rispetto di norme e tra queste deve essere evitata la cottura delle carni insieme al latte.
Non esistono limitazioni al consumo di alimenti di origine vegetale ed il consumo di bevande alcoliche è consentito.
Religione Cristiana
Da un punto di vista alimentare sembra essere la più permissiva; esistono però delle norme relative al digiuno e all’astinenza durante la Settimana Santa. Inoltre il venerdì di tutte le settimane di Quaresima è proibito il consumo della carne. Stesso divieto riguarda il mercoledì delle ceneri. Questi divieti si sono andati affievolendo e non sono rispettati anche da molti degli osservanti.
Religione Islamica
Questa religione proibisce la carne di maiale e suoi derivati (salumi ed insaccati crudi o cotti). E’ consentito il consumo di carne bovina purché la macellazione avvenga con il metodo Halal che deve limitare al massimo la sofferenza degli animali e garantirne il dissanguamento.
Sono proibite le bevande che si ottengono dalla fermentazione ((vino, birra, aceto))
E’ anche proibito mangiare pane e dolci prepararti con strutto e contenenti liquori anche in piccola quantità. Durante il mese del Ramadan, da due ore prima dell’alba a due ore dopo il tramonto, è previsto il digiuno, ad eccezione dei bambini che sono esentati fino alla pubertà.
Induismo
Gli induisti, ritenendo sacra ogni forma di vita animale, sono rigorosamente vegetariani. In particolare la mucca è considerata sacra. L’alcol è proibito ai bramini e ai sacerdoti.
Durante le vigilie di numerose ricorrenze sacre è previsto il digiuno. 
Buddismo
Secondo la regola del Buddha essere vegetariani è indispensabile per raggiungere saggezza e compassione. Tuttavia, dopo la sua morte, i discepoli ammorbidirono questa posizione e solo i monaci Zen hanno mantenuto un regime alimentare rigorosamente vegetariano.