ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL GIORGIALINO

Freddie Mercury: la mia più grande passione !

DI: Margherita Carrubba

Da un po’ di tempo a questa parte nelle sale cinematografiche è debuttata una nuova pellicola, riguardante la vita e la carriera di un noto gruppo musicale inglese: i  Queen . Dopo la sua produzione, sono stati milioni gli spettatori interessati che, tramite la visione del lungometraggio, sono riusciti a risvegliare l’orecchio, tartassato generalmente da comune musica commerciale, lontana dal vero genere rock degli anni ’70. Il film, inoltre, ha ricevuto vari riconoscimenti; i più importanti  sono arrivati durante la notte degli Oscar 2019, avvenuta qualche giorno fa, quando, oltre ai vari premi assegnati agli attori, è arrivato anche l’oscar come miglior film drammatico e musicale. Da piccola ho sempre amato questo gruppo, tanto da diventare una vera fan e parlarne con chiunque fosse interessato al mio discorso. Tutto è iniziato quando, casualmente, ho ascoltato una canzone alla radio che mi ha trasmesso una forte energia. Mossa dalla curiosità e dalla voglia di riascoltarla, ho approfittato di ogni momento libero per cercare una frequenza nella quale fosse trasmessa e sperare che uno dei tanti speaker radiofonici pronunciasse il titolo di quel meraviglioso brano . Dopo vari ascolti ,come una formula magica, una voce è uscita da quella piccola scatoletta sonora e ha pronunciato il titolo: ” Don’ t stop me now ”.  Da li è cominciato tutto e questa canzone è diventata la colonna sonora della mia vita. Da quel momento in poi la mia passione per  i Queen è aumentata. Infatti, dopo varie ricerche di notizie  e video sul gruppo, sono rimasta affascinata dalla presenza di un cantante fuori dal comune, che riusciva a stregare il palco con una potenza vocale che sarebbe stata in grado di  essere percepita anche a diverse distanze. Freddie Mercury era il nome con cui era conosciuto, diverso da quello della nascita, che gli era stato dato dai genitori di origine indiana. Nato in un piccolo stato della Tanzania , ha passato quasi tutti gli anni della sua vita in Gran Bretagna, dove ha riscosso grande successo, riconosciuto come cantautore, musicista e compositore  di rilievo e ricordato  per il suo talento vocale e la sua esuberante presenza scenica, che gli hanno permesso di distinguersi nel tempo. Inoltre, la rivista statunitense “ Rolling Stones” lo ha indicato al 18° posto nella classifica dei miglior cento cantautori di tutti i tempi. Il 1970 è stato un anno fondamentale per la sua carriera perchè quello nel quale ha fondato il gruppo rock dei “Queen” insieme ad un chitarrista e un batterista e di cui ha fatto parte fino alla morte .Di questo personaggio mi ha colpito la forte determinazione, perché dopo una relazione privata con  una ragazza con cui è stato 7 lunghi anni, ha capito il suo vero orientamento sessuale, tanto da definirsi lui stesso una donna, dichiarandolo in un’intervista , e successivamente, realizzando dei video musicali con un travestimento femminile . Da quella rivelazione il suo gruppo ed altri artisti di quel tempo hanno iniziato a guardarlo sotto un’altra ottica, fin quando nessuno ha più voluto riconoscere le sue vere potenzialità. Proprio in quel periodo particolare della sua vita egli ha scritto un brano, dal titolo “We will rock you”, con un ritmo semplice, che ha subito fatto presa sul pubblico , che l’ ha seguito con sempre maggiore interesse, aiutandolo a riconquistare la fiducia dei componenti del suo gruppo. Divorato dall’Aids, è morto a Londra nel 1991, dopo aver superato molteplici ostacoli che la vita gli aveva posto davanti al cammino. Oggi, grazie soprattutto alle nuove piattaforme musicali, il pubblico è tornato ad apprezzare la sua musica immortale. La sua forte personalità ha permesso a Freddie Mercury di  essere oggi identificato come “The king of rock”.