ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL GIORGIALINO

George Floyd, chi era?

DI: Chiara Santamaria

In questi giorni sono molte le notizie ma una in particolare mi ha colpito. Si tratta della storia di un uomo americano ucciso ingiustamente, George Floyd. Vi chiederete cosa avrà fatto! George ha semplicemente utilizzato dei documenti falsi, e invece di essere portato in caserma come si fa solitamente, George è stato obbligato a stendersi a terra, immobilizzato dai poliziotti che lo hanno poi soffocato con il ginocchio sul suo collo e lui urlava semplicemente: ”I can’t breath” (non posso respirare). Sapete perché è stato ucciso? Perché aveva un colore di pelle scuro, un colore, un colore che ha determinato la fine della sua vita insieme all’ignoranza e al razzismo che purtroppo è ancora presente nella comunità. Già da giorni i cittadini americani fanno manifestazioni, con cartelli, distruggendo tutto, dai negozi ai semplici edifici, disegnando sulle macchine, e molti sono stati i feriti perché le forze dell’ordine usano armi e missili di gomma contenenti peperoncino. Sapete cosa penso sia ingiusto? Sono molte le cose ingiuste: la libertà di chi possiede semplicemente una divisa e si prende tutto il diritto di uccidere la gente,quando invece dovrebbero solo proteggerla. L’america avrà pure il miglior esercito, l’organizzazione scolastica migliore, ma hanno una mentalità veramente chiusa. Il poliziotto è stato ovviamente arrestato anche perché aveva già usato atti di violenza e per 5 anni rimarrà un galera, 5 anni sono gli anni che mi darebbero se io vendessi una maglia falsa, qui mi sembrava ovvio che si dovesse dare minimo un ergastolo. In 5 anni è impossibile che cambi. Mi sembra davvero impossibile che nel 2020 ci sia ancora gente che sia razzista, che pensa che chi ha un colore di pelle diverso sia sbagliato. Quando pensi che il razzismo sia passato ricordati che finché succedono queste cose il razzismo non passa, e non passerà mai se si continua cosí. Noi siamo la generazione che ha il potere di poter cambiare tutto. Noi dobbiamo riuscire a cambiare mentalità al mondo, molti pensano che con questa violenza non si arriverà a nulla, ma voi ricordate cosa abbiamo dovuto fare noi donne? Io sono contro la violenza ma con pace e amore non verremo mai ascoltati e se ce ne sarà ancora bisogno di queste manifestazioni per qualsiasi battaglia noi continueremo a farle a costo della nostra vita, dobbiamo riuscire a salvare questo mondo per qualsiasi cosa e io sono sicura che ce la faremo, perché ognuno di noi è uguale, indipendentemente dalla pelle, dall’età, dal genere ecc…. Siamo tutti fratelli, come Dio ha creato me ha creato tutti voi quindi non vedo il motivo per cui per colpa del colore della pelle una persona debba essere sbagliata. Spero non succeda mai piú nulla del genere, quando sarò grande e magari avrò dei figli insegnerò loro queste cose. NOI SIAMO TUTTI UGUALI.