ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL GIORGIALINO

Non fermarti, viaggia !

DI: Sofia Santamaria

La possibilità di viaggiare e conoscere popoli diversi tra loro è stata sempre una straordinaria occasione di  crescita culturale. Oggi, come in passato, la mescolanza dei popoli ha portato musiche, costumi e tradizioni,  una volta sconosciute,  a divenire note, perché capaci di muoversi con essi da un posto a un altro.  Ció costituisce un motivo di ricchezza per la nostra società. Si può partire in vari modi e per svariati motivi . E  un viaggio può avere molte sfumature, dipende da quale prospettiva lo si osserva, da come lo si organizza, dai luoghi che si visitano, dalle persone che ti accompagnano. Quando lo si affronta c’è sempre la paura di non sapere cosa ti capiterà nei giorni successivi alla partenza, ma anche il piacere di provare un senso di libertà, di staccare la spina dalla frenesia di tutti i giorni e prendersi un momento per se stessi. Un viaggio insegna e ti lascia dei ricordi indelebili.  Di ogni mio viaggio custodisco nella mente e nel cuore dei ricordi indimenticabili e lì rimarranno impressi per tutta la vita. Per questo motivo  sapere che la mia  scuola ci permetterà di viaggiare tutti insieme, di conoscere posti nuovi e di maturare nuove esperienze mi riempie il cuore di gioia. E non bisogna per forza andare lontano per imparare viaggiando. Le premesse di belle esperienze  ci sono già tutte. Infatti, ogni giorno la nostra professoressa porta in classe delle novità.  Per esempio a marzo andremo al teatro  Pirandello di Agrigento e vedremo uno spettacolo musicale intitolato Pierino e il lupo. Dovete sapere che nella mia classe,  appena qualcuno comunica una qualche iniziativa o attività, diventiamo elettrizzati e non vediamo l’ora di vivere quest’esperienza tutti insieme. Ed è così anche per questo spettacolo, al quale tutti abbiamo deciso di partecipare. La scuola ci darà anche la possibilità di andare a Viterbo (vicino Roma) per ritirare il premio vinto dal nostro giornale scolastico.  Quest’esperienza è, però, riservata solo a chi ha scritto un articolo e vi potranno partecipare pochi alunni in rappresentanza di  tutta la scuola. Nonostante ciò, nella mia classe regna tra tutti l’entusiasmo, perché è ormai da un mese che scriviamo per il Giorgialino e lo sentiamo nostro. E poi in primavera ci sarà il viaggio d’istruzione, possibilità aperta a tutti. Noi quest’anno siamo in prima media, quindi andremo in gita per un giorno, le seconde, invece, si allontaneranno da Licata per due giorni e le terze addirittura per un’ intera settimana. Le mete non sono state ancora stabilite, anche se i nostri professori sono già all’opera per definirle. Noi ragazzi, ovviamente, non vediamo l’ora, perché un viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni , quando parti e quando lo ricordi.