ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL GIORGIALINO

Pi greco Day: intervista al Dirigente Scolastico Francesco Catalano

DI: Giuliana Grillo

Oggi è il 14 marzo, o come dicono nei paesi anglosassoni il 3/14, giornata mondiale dedicata al “Pi Greco”. Noi alunni del plesso F. Giorgio siamo tutti qui riuniti a Marina di Cala del Sole per rendere memorabile questo importante giorno, al fine di partecipare a diverse attività organizzate da docenti e studenti. Noi studentesse Giuliana Grillo, Anita Cammilleri e Martina Santamaria della classe 3°A abbiamo preparato dei quesiti per un’intervista al preside circa questa giornata di scuola tanto speciale. Abbiamo iniziato la nostra intervista chiedendo al preside che valore ha per lui questo simbolo tanto importante. Il nostro Dirigente ci ha risposto che ha organizzato questa festa perché oggi è un giorno speciale: non solo tutto il mondo ricorda il pi greco, ma si festeggia anche il compleanno del grande scienziato Albert Einstein. L’obiettivo di questa giornata particolare è quello di farci prendere confidenza con questo numero misterioso, il pi greco, concetto complesso e non molto intuitivo per noi studenti. Il preside ci ha raccontato che Leonardo Da Vinci, inventore, artista e scienziato Italiano, nel suo disegno dell’Uomo Vitruviano ci ha mostrato questo concetto attraverso il simbolo della circonferenza: figura nella quale il corpo umano dalle proporzioni perfette è inserito. Il pi greco, quindi, è dentro di noi. Il preside ha voluto, pertanto, ringraziare i docenti di matematica per aver voluto tenere alta la tradizione. E’ bello, infatti, che la scuola in queste occasioni si trasformi un po’, diventando un mercato di idee e un posto in cui si mettono insieme le esperienze. La nostra scuola spesso si ferma a riflettere su tematiche come il rispetto per le donne, l’inclusione, l’ambiente ed è giusto che anche il pensiero scientifico abbia il suo spazio. Per il nostro Dirigente la scuola ha senso e funziona se offre un esempio di miglioramento al territorio. Bisogna prendere dal territorio quello che ci offre e restituirlo migliorato. Abbiamo chiesto, quindi, qual è il messaggio che oggi si vuole dare agli studenti della nostra scuola. Il preside ha risposto che un messaggio importante è che la matematica, anche se è una disciplina difficile e faticosa da comprendere, è come una bella donna difficile da conquistare, è un mondo che quando si apre ci rivela tanti segreti. La matematica, inoltre, fa parte della nostra vita. Tutto quello che c’è nei nostri videogames, nella Nintendo, nella PS4, non esisterebbe se non ci fosse qualcuno che divertendosi ha usato la matematica per costruire questi giochi. Abbiamo poi chiesto il motivo della splendida location scelta, cioè il porto turistico Marina Di Cala del Sole. Il Dirigente ha risposto che la scuola secondo lui non si chiude dentro le quattro mura, ma la scuola è tutta la città. Ringrazia, quindi, il dottor Grisafi, l’architetto Cellura e tutto lo staff di Marina di Cala del Sole per l’accoglienza e per averci permesso di realizzare la nostra festa come se fossimo a casa nostra. Alla nostra domanda su come accostarci al pi greco anche attraverso le altre discipline, il nostro Dirigente ha risposto portandoci l’esempio di Dante Alighieri. Il Poeta era un discepolo ed ammiratore di Aristotele. Tutta la Divina Commedia, infatti, è costruita su schemi matematici ed ha una struttura perfetta, pure l’Inferno, regno formato da nove cerchi. Dante ha utilizzato cerchi, cornici e cieli perché rappresentano la perfezione. Anche le colonne dei templi, se sezionate, hanno la forma di un cerchio. Tutti i campi del sapere sono interessati dal pi greco. Per concludere abbiamo chiesto quale sarà il prossimo evento in cui saremo coinvolti. Il preside ci ha annunciato che tanti sono gli impegni da qui ad aprile: il 23 e il 24 marzo usciremo di nuovo dalle nostre aule per illustrare i monumenti adottati dalla nostra scuola per le giornate Fai di primavera, il 27 marzo festeggeremo la giornata del Teatro, partecipando con una breve rappresentazione al momento organizzato dall’Istituto Fermi, il due aprile passeggeremo per le vie di Licata per la campagna di sensibilizzazione all’Autismo, il cinque aprile presenteremo un libro meraviglioso scritto da un maestro e dal suo alunno affetto da autismo. L’intervista al nostro preside si è conclusa qua! Buon “Pi greco day” a tutti noi!