ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL GIORGIALINO

Stop al razzismo!!!

DI: Giulia Guarneri

Devo ammetterlo… parlare ancora di razzismo nel 2020 è davvero squallido. Infatti la mia domanda è: il razzismo, non dovrebbe essere una cosa già superata da tempo?
Perchè c’è gente che ancora pensa che chi ha la pelle di un altro colore sia una persona diversa? Non c’è nulla di diverso! Faccio un piccolo esempio: se scriviamo una parola con una penna nera, e poi scriviamo la stessa parola con una penna gialla, cosa cambia? Il significato della parola è sempre lo stesso, perché non importa di che colore sia una penna, l’importante è cosa esprime ciò che viene scritto da essa. Questo vale anche per una persona, non importa di che colore sia, importa cosa fa. Diciamo sempre che non si giudica un libro dalla copertina…e allora perché mai dovremo giudicare una persona da come la vediamo?
Sappiamo tutti ormai cosa sta succedendo in America. Un povero uomo di colore che non stava facendo niente di male, è stato soffocato da un poliziotto americano, e ovviamente è morto. Tutti ci siamo chiesti il perché di questo gesto crudele, ma in realtà non c’è un perché, il poliziotto l’ha fatto solo perché era un uomo di colore.
Quanta intelligenza!
Ora in ogni città americana si fanno delle manifestazioni enormi, una cosa mai vista… Ma per una volta possiamo provare a metterci nei panni di una persona? Possiamo chiederci cos’ha provato la famiglia di George? Ebbene sì, si chiamava George quel povero uomo, e sapete cosa ha detto sua figlia vedendo queste manifestazioni per lui? “Papà, hai cambiato il mondo” ed è proprio vero!
Ma ora vorrei parlare di un altro tipo di ingiustizia: l’omofobia.
Beh l’omofobia è una cosa davvero inutile, per chi non sapesse cos’è l’omofobia, è l’odio e il disprezzo verso la libertà di amare. Ma non si manifesta solo con omosessuali bensì con molti altri generi.

In ogni caso ho deciso di parlare anche di omofobia perché questo mese è il Pride Month che vuol dire appunto : mese dell’orgoglio, ed è dedicato alla libertà di amare.

In conclusione vorrei dire che ognuno è libero di essere e di amare chi vuole e anche che siamo tutti uguali e che non sarà di certo il colore della pelle o l’orientamento sessuale di una persona a farmi cambiare idea.