ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

ZIBALDINO

LA SICUREZZA A SCUOLA (Grillo M. Rosaria e Borrelli Asia I B secondaria I grado)

DI: Anna Cipriano

Ogni giorno noi ragazzi possiamo incontrare tanti pericoli: a casa ,a scuola e all’aperto. Per questo è importante conoscere le norme di sicurezza per affrontare al meglio i pericoli che ci circondano. In questo caso tratteremo la sicurezza a scuola.

La scuola è un luogo in cui ci sono tante persone e proprio per questo i rischi maggiori sono le scosse di terremoto e l’incendio.

Durante una scossa di terremoto è sempre importante mettersi sotto ai banchi e proteggere la propria testa. Quando la scossa finisce, bisogna disporsi in fila indiana  e andare verso la palestra della scuola dove verranno assegnati i posti in cui ognuno dovrà disporsi. Nel caso in cui qualcuno si trovi in bagno è bene che si accodi alla fila di un’altra classe. L’importante è non correre, non spingere il compagno e non usare mai gli ascensori. Per uscire correttamente dalla classe bisogna disporsi in modo tale da formare una fila indiana dove ci sarà un aprifila e un chiudifila. L’aprifila sarà colui più vicino alla porta e il chiudifila sarà l’ultimo che chiuderà la porta dell’aula. Bisogna essere veloci, ma senza correre e spingere i propri compagni. Ciò che davvero è importante è mantenere la calma.

In caso d’incendio, invece, in presenza di fumo o di fiamme bisogna allontanarsi dall’aula e chiudere la porta dietro di sé e dirigersi verso le uscite di emergenza. In presenza di fumo durante le vie d’uscita, in quantità eccessive, tali da non poter respirare, è opportuno mettere un fazzoletto sul naso. Nel caso in cui non fosse possibile lasciare la classe sarebbe bene restare nell’aula chiudendo la porta e sigillando eventuali  fessure con i propri indumenti. In ogni modo sarà compito del personale addetto alle emergenze di provvedere ad utilizzare gli appositi estintori obbligatori nelle scuole e in ogni luogo di lavoro.

In definitiva la sicurezza è:

  • Tranquillità, cioè la consapevolezza di assenza di pericoli;
  • Intelligenza, cioè trovare soluzioni immediate e risolutive in caso di pericolo;
  • Visibilità degli oggetti indispensabili per la sicurezza come estintori, allarmi e cassette di pronto soccorso;
  • Precisione, perché in caso di emergenza bisogna distribuire le persone in modo adeguato;
  • Prontezza, cioè abilità nell’organizzare tutte le situazioni;
  • Autocontrollo perché è importante, nelle situazioni di emergenza, sapersi muovere nell’ambiente in cui ci si trova e con gli altri;
  • Attenzione ai nostri movimenti e a quelli degli altri.

La sicurezza è soprattutto conoscenza, informazione. Conoscere il pericolo ci aiuta ad affrontarlo con maggiore consapevolezza e a superarlo grazie, soprattutto, alle informazioni sulle molteplici norme di sicurezza a nostra disposizione.