ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL M@GICO GIORN@LINO

Avventura in montagna

DI: Giulio Casciato

Una bellissima giornata di sole, io, Matteo, Umberto, Ilaria, Caterina e zio Pasquale abbiamo deciso di andare in montagna e salire fino alla fontana di Monte Coccia e portare anche i cani. Mamma e nonna hanno preparato gli zaini e siamo andati con la macchina alla stazione. A metà strada abbiamo trovato un grande cespuglio di more e ci siamo fermati lì per un po’ di tempo e poi siamo ripartiti verso la fontana. Poco prima della nostra meta c’era una casa e zio ci ha detto che prima era una stalla per i buoi. Arrivati lì, con una fame da lupi, Ilaria ha preso i panini e ci siamo messi a mangiare mentre i cani ci giravano intorno scodinzolando. Volevamo andare al valico di Coccia, ma Caterina era stanca e quindi non sapevamo che fare. Poi Umberto ha avuto un’idea geniale: io, Matte, Ilaria e Umberto andavamo a vedere il valico, zio e Caterina tornavano alla macchina; e così è stato fatto. I panini erano buoni e mangiare all’aria aperta è stato bello. La fontana era un po’ rovinata, ma l’acqua era fresca e limpida ed era piacevole berla. Mentre tornavamo dal valico pensavamo che zio e Caterina non erano ancora arrivati, ma non era così: da dietro un albero è spuntato zio! Ma non c’era Caterina. Zio ci ha spiegato che aveva usato una scorciatoia che usava mio nonno Giannino quando andava a pascolare le pecore. Tornati alla macchina, stanchi, ma felici, siamo andati a casa.

Classe quarta Primaria di Palena