ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL M@GICO GIORN@LINO

ESPRIMO LE MIE EMOZIONI E LE MIE RIFLESSIONI SU QUESTO PARTICOLARE PERIODO CHE STO VIVENDO

DI: Asia De Laurentiis

“Arriva il 2020”: dicevo a dicembre del 2019. Mi aspettavo un anno fantastico, perché quest’anno compirò 10 anni: ma non solo per questo motivo, anche perché dovevo fare la prima comunione. Ora vi spiego il motivo per il quale dico tutto al passato. Verso la metà di gennaio 2020, tra la Cina e la Germania è scoppiata una pandemia chiamata CORONAVIRUS o COVID-19.
Appena è cominciato questo virus, io non ero spaventata, perché ho pensato:” Ma tanto sta in Cina, è molto lontano da qui.” E poi oltre a me ci sono tantissime altre persone che lo stanno vivendo e che non hanno paura. All’inizio di questo virus io, mio fratello e mia sorella andavamo a scuola; mio padre e mia madre a lavoro; e i negozi, supermercati, centri-commerciali, cartolerie, … erano aperti perché in Italia e dintorni non si era ancora sviluppato. Dopo un mese, il virus è comparso anche in Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Trentino. Da lì io e la mia famiglia ci siamo cominciati a preoccupare. Per questo a febbraio nelle prime regioni hanno chiuso le scuole. A questo punto, visto che c’erano tanti casi di CORONAVIRUS le scuole sono state chiuse in tutta Italia. Allora, dato che i miei genitori andavano ancora a lavorare, ho dato un’ organizzazione alla mia giornata. Mi sveglio la mattina verso le 8:00 e faccio colazione (di solito con latte e biscotti/cereali). Poi gioco 5-10 minuti con il tablet. Dopo mi lavo, mi vesto e mi preparo per procedere al meglio la mia giornata. Verso le 12:30, mia sorella comincia a mettere l’acqua per la pasta. Tra le 13:00 e le 13:30 mettiamo a cuocere la pasta. Verso le 14 pranziamo. Finito il pranzo sto una mezz’oretta sul divano a riposarmi. Alle 15:30 gioco a GRAND THEFT AUTO. Alle 16:00 faccio i compiti assegnati dalle maestre. Speriamo che finisca questa confusione e che si ritornerà alla normalità.

ANDRÀ TUTTO BENE

Classe quarta
Scuola Primaria di Gessopalena