ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL M@GICO GIORN@LINO

PAGINE DI DIARIO

DI: Giulio Casciato

Caro diario,

voglio raccontarti, visto che ti ho avuto poco tempo fa, un giorno brutto e triste: il giorno in cui è morto il mio caro e fedele cane Fischio. Sembrava una giornata come le altre: tornavamo a casa da scuola, mangiavamo e andavamo a trovare i cani. Siamo andati dietro casa e abbiamo visto Brik che piangeva, abbiamo chiamato Fischio, ma non veniva. Così ci siamo messi a cercarlo dappertutto molto preoccupati perché era strano che non si facesse vedere. Dopo un po’ lo abbiamo trovato allungato per terra sotto un albero e pieno di ferite. Abbiamo provato a curarlo e abbiamo chiamato il veterinario, ma purtroppo dopo un giorno è morto. Le ferite se le era procurato facendo a botte con altri cani. La sua morte, per me, è stata molto dolorosa perché era una cane allegro e giocherellone e io ci giocavo sempre. Dopo un anno papà ha portato un nuovo cane: Fulmine che è giocherellone come lui, ma nessuno potrà mai sostituire il mio caro e fedele Fischio.

Ciao diario, alla prossima pagina

Giulio

Classe quarta Scuola Primaria di Palena