ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

CANOPOLANDO

LETTERING a cura di Maria Lidia Bazzoni, Pietro Dore e Elena Manconi della 2^ media “A”

DI: Mario Fenu

Il “Lettering”, in italiano anche “Letterizzazione”, è lo studio di nuovi caratteri con una particolare forma.
Nel mondo della grafica il lettering è ampiamente diffuso ma, in altri contesti, è spesso confuso con la calligrafia, dove ogni carattere deve avere la caratteristica di poter essere riprodotto, in qualsiasi momento, in modo identico, presupponendo così l’utilizzo di software grafici, di disegno digitale, di stampa e così via.
Il lettering, invece, è sempre frutto di disegni a mano libera.
Esistono diversi tipi di lettering e per ogni tipo c’è una penna adatta.
In questo articolo parleremo solo di due tipi : il “brush/hand lettering” e il “gothic lettering”.
Il brush/hand lettering (brush = pennello), è l’arte di scrivere e fare disegni con una tecnica che ricorda il pennello.
Si usa la “brush pen”, una penna avente una punta sottile che, se piegata di lato, fa un tratto più spesso.
Il gotich lettering (gotico = scritture usate nel medioevo), è l’arte di scrivere con una tecnica che ricorda la stampa di documenti medievali. Si usa la “parallel pen”, una penna con punta piatta che, a seconda della posizione della mano e della penna, crea tratti più sottili o più spessi.
Il gotich lettering è, a differenza del brush lettering, stampato e non corsivo.
L’effetto è spigoloso ma allo stesso tempo elegante.
Lo studio del lettering è importante anche nei fumetti in cui le onomatopee (riproduzione di suoni o rumori associati a un oggetto o a un soggetto di cui si vuole fare riferimento) vengono spesso elaborate in modo tale che passano dallo stato di scrittura allo stato di disegno. Sempre in ambito fumettistico con il termine lettering si indica l’operazione di scrittura dei testi contenuti nei balloon (in italiano viene chiamata nuvoletta) e nelle didascalie.
Un altro campo in cui è fondamentale lo studio del lettering è il writing, campo in cui gli artisti evolvono lo studio della lettera aggiungendovi frecce, punte o decorazioni varie e, nell’estremizzazione del lettering (il cosiddetto wild style) si può arrivare a intrichi talmente complessi da risultare difficilmente leggibili per chi non è abituato ad un certo tipo di scrittura.
Nel writing il lettering è alla base di ogni scritta sia che si parli di un graffito vero e proprio sia che si tratti semplicemente di una tag (nome in codice che i writers usano per distinguersi ed è essenziale per individuare l’artista in maniera inequivocabile), ovviamente se il graffito in questione è una scritta. Anche frecce, puppets (fantocci) e altri elementi decorativi possono entrare a far parte del lettering.
Uno degli obiettivi del writer che dipinge scritte è proprio il creare un lettering personalizzato ed il più possibile evoluto.
Siamo appassionati di questo lettering perché è un modo per sfogare la propria creatività, realizzando scritte senza nessuno schema preciso, qualcosa che possono imparare tutti.