ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

CANOPOLANDO

PREMIO NAZIONALE “GIORNALISTA PER UN GIORNO”, PESCARA 2019, a cura di Salvatore Canalis, Giorgia Marongiu, Laura Mele e Ilaria Poddighe della 3^ media “B”

DI: Mario Fenu

Sono anni ormai, esattamente undici, che il giornale scolastico va avanti grazie all’impegno e alla dedizione di tutti noi piccoli giornalisti appartenenti alla redazione di “Canopolando”.
Anche quest’anno, in grazia del nostro lavoro, abbiamo vinto il premio conferitoci dall’Associazione Alboscuole.
Per partecipare alla premiazione alcuni di noi, in rappresentanza dell’intera redazione, sono partiti per Pescara, in Abruzzo, dove si è tenuta la manifestazione.
Siamo partiti all’alba del nove aprile scorso da Alghero alla volta dell’aeroporto di Roma Fiumicino. Da lì ci aspettava l’autobus per portarci direttamente a Pescara. Quattro ore di viaggio passate a dormire, scherzare e quant’altro.
All’arrivo a Pescara, dopo aver depositato i nostri bagagli in hotel, ci siamo diretti alla volta dell’Auditorium “Flaiano”, all’interno del parco “Gabriele D’Annunzio”, dove abbiamo potuto consumare il pranzo offerto da Alboscuole.
Dopo pranzo ci siamo potuti, finalmente, rilassare un po’ gustandoci un ottimo gelato che, vista la calda giornata, è stato molto gradito.
Finalmente ha avuto inizio la cerimonia di premiazione con un inaspettato ma graditissimo prologo che ha coinvolto il nostro educatore nonché direttore di “Canopolando” che è stato chiamato sul palco per ricevere, dalle mani del presidente nazionale di Alboscuole, l’onorificenza di “cavaliere benemerito” del giornalismo scolastico.
Tanta è stata l’emozione da parte del nostro educatore che, per ritirare il premio per il nostro giornale, ha fatto salire sul palco tre di noi, ancora più emozionati.
Al termine della cerimonia, dopo una breve sosta in hotel, abbiamo potuto trascorrere il pomeriggio passeggiando per la parte costiera della città, ammirando la ruota panoramica, il ponte sul mare e lo splendido paesaggio caratterizzato dal fiume Pescara e le lunghe spiagge sabbiose.
Ci siamo anche inoltrati nel bellissimo centro storico della città dove abbiamo fatto shopping nel famoso negozio di Tiger.
Quindi siamo rientrati in hotel per la cena e il pernottamento.
Il giorno successivo, dopo la prima colazione, abbiamo partecipato al workshop, al quale non abbiamo potuto assistere sino al termine a causa dell’orario prefissato dell’autobus che ci avrebbe ricondotto all’aeroporto di Roma Fiumicino.
Durante il tragitto verso la fermata dell’autobus abbiamo ammirato la casa natale di Gabriele D’Annunzio, poeta-combattente italiano.
Giusto il tempo di pranzare in un fast-food che siamo saliti sull’autobus che, dopo altre quattro ore di viaggio, ci ha riportati all’aeroporto di Roma Fiumicino. Alle 21.30 abbiamo preso l’aereo che ci ha riportato in Sardegna.
Questo viaggio è stato molto divertente per noi ragazzi perché ci ha dato l’occasione di trascorrere due giorni assieme fuori dalle mura della nostra scuola.
Possiamo dire che quando abbiamo iniziato il viaggio ognuno di noi era diffidente verso i compagni delle altre classi ma dopo un po’ ci siamo sciolti e abbiamo iniziato a conoscerci.
E’ stato molto bello poter tenere il nostro premio tra le mani, simbolo del nostro impegno e amore per la scrittura del nostro giornale scolastico.
E’ stata un’esperienza fantastica sia dal punto di vista didattico che da quello del divertimento per noi ragazzi nel compiere nuove esperienze lontani da casa.