ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

DIODORINO NEWS

Grazie per avermi insegnato a crescere

DI: Giulia Rocca

I miei ringraziamenti speciali in questo fine anno scolastico particolare, vanno a due persone che nella mia vita sono state molto significative: la mia pediatra, la dottoressa Cecilia Algozzino e la mia professoressa di matematica, Maria Trovato. Questo è un anno diverso  per queste donne, perché entrambe hanno lasciato il loro amato lavoro, fatto per tantissimi anni sempre con lo stesso entusiasmo e professionalità, per tutte e due è arrivata la pensione.

Anche se solo da due anni,  la professoressa Trovato mi ha trasmesso emozioni e valori importanti; appena conosciuta mi è subito sembrata una persona dolce, gentile e premurosa; sicuramente la prima impressione si è poi rivelata quella giusta. Sin dalle prime lezioni mi ha fatto appassionare alla matematica, con quel suo modo di fare dolce e paziente. Con le sue parole mi ha sempre aiutata e sostenuta, non solo a me ovviamente, ma a tutti i miei compagni. Lei ha sempre avuto un modo originale di spiegare le cose non solo quelle riguardanti la matematica e la scienza, ma tutto ciò che ha a che fare con le difficoltà della vita, nel senso che ha cercato sempre di dare insegnamenti per la nostra crescita, aiutandoci a superare incertezze e paure. Purtroppo quest’anno lei ci dovrà lasciare, ma sono sicura che tornerà a trovarci e noi faremo la stessa cosa con lei.

“La dottoressa” come affettuosamente è chiamata in tutto il paese la dott.ssa Algozzino, ha avuto un ruolo fondamentale per la mia crescita, non solo perché da quando ero piccola si è sempre presa cura di me, guarendo le mie malattie, ma perché attraverso i suoi consigli e i suoi discorsi mi ha fatto capire per cosa è importante lottare, impegnarsi e sopratutto perché è importante ascoltare gli adulti quando ci vogliono aiutare. Sin da piccola ricordo le sue carezze, i suoi sorrisi e la sua capacità di farmi stare meglio anche solo con le sue parole.Ricordo quando  piccolina le ho fatto un disegno e lei lo ha esposto nel suo studio; ciò mi ha fatto sentire orgogliosa e felice, come se fossi una piccola paziente speciale per lei.

Io mi sento più coraggiosa e questo lo devo a lei perché con il suo conforto e la sua sincerità mi ha sempre fatto capire che tutto si può risolvere per il meglio. L’ho sempre ascoltata, ho sempre ritenuto lei una persona di riferimento di cui ci si poteva fidare. Sono certa che rimarrà sempre presente nella mia vita e che continuerà a darmi consigli.

Penso di essere stata fortunata per aver incontrato  nella mia vita  persone che mi hanno aiutato e per questo io ho voluto scrivere questo articolo, per dire GRAZIE.

In questo momento purtroppo non potrò andarle ad abbracciare ma appena finirà questo periodo di quarantena a causa del covid-19, sono sicura che sarà una delle prime cose che farò: andare da loro, dire che le voglio bene e che le ringrazio per tutto ciò che hanno fatto per me.