ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

DIODORINO NEWS

La festa dell’albero

DI: Agata Pistone Nascone

Nel corso di quest’anno scolastico gli alunni della quinta B hanno affrontato con entusiasmo esperienze diverse interrotte dalla chiusura della scuola a causa della pandemia.

Si propongono  tre esempi :

  • una poesia composta dall’intera classe in occasione della festa dell’albero;
  • Un brano quasi ad auspicare il momento in cui tutte le paure di oggi diventeranno un ricordo, che racconta quello che si è vissuto ai nostri giorni da una prospettiva situata nel futuro.;
  • una riflessione sul “Bullismo” tematica che preoccupa ancor di più nel momento di passaggio alla nuova scuola.

 

 

Amico albero

Vengo a trovarti

sovrano della Natura..

Da secoli ti aggrappi per noi alla terra!

Generosa fonte di calore

 il tuo legno è dono prezioso.

Il bosco ci offri.

Sei instancabile fabbrica d’ossigeno

 e il tuo respiro salva il nostro respiro.

Giorno dopo giorno

 ci assicuri frutti gustosi e fiori profumati

E noi.. con tante ferite t’abbiamo ripagato…

A scuola ci accompagni con libri e quaderni.

Al nostro sorgere ci accogli in una culla

e fedele ci offri anche l’estremo ultimo riparo.

Le nostre vite sono intrecciate:

se la nostra amicizia si spezzerà…

 a perdere saremo noi.

(  La quinta B )

 

Gianpaolo  ( V B ), quasi ad auspicare il momento in cui tutte le paure di oggi diventeranno un ricordo, racconta quello che si è vissuto ai nostri giorni da una prospettiva situata nel futuro.

 

Molti anni , fa parliamo del 2020, ci fu una catastrofe, infatti l’economia mondiale fu messa in ginocchio.

Ve lo racconto con ordine, più o meno a metà gennaio ci fu una notizia incredibile, una persona in

Cina era stata contagiata da un virus sconosciuto. In particolare un virus respiratorio che manda nella maggior parte dei casi gli anti -corpo in tilt. Fu chiamato SARS-CoV-2.

Si supponeva che i cinesi stavano effettuando un test su un virus che colpiva solo topi e pipistrelli, ma altri pensarono che l’America durante le olimpiadi militari,  che per quell’anno si fecero in Cina, attraverso i militari che vi parteciparono, avessero portato il virus lì visto che la Cina stava diventando troppo potente.

Il 21/02/2020 il primo caso italiano iniziò a contagiare e a far espandere il virus, le zone più colpite furono quelle a nord tra le quali la Lombardia che aveva il maggior numero di casi positivi.

I casi aumentavano e quindi gli scienziati capirono che non era solo un contagio ma una pandemia

globale e cosi l’11/03/2020 il contagio venne denominato “pandemia globale”.

Mentre ero dai miei nonni al telegiornale dissero che dal 3/03/2020 fino al 18/03/2020 tutte le scuole d’ Italia dovevano rimanere chiuse. Io ero felice all’inizio ,avremmo avuto vacanza per 15 giorni. Però più aumentavano i casi positivi più le scuole rimasero chiuse… E così   le classi virtuali presero vita e si praticarono da per tutto le videochiamate grazie ai siti come weschool, jitsi meet… Ma non era come essere a scuola visto che si perdeva la linea e non si riusciva sempre ad entrare.

Il 28/04/2020 dissero che gli italiani avevano trovato una cura sperimentale che fu provata su persone sane.

Anche se la pandemia finisse grazie alla cura sperimentale, il SARS-CoV-2 è diventato un virus che potrebbe colpire ancora altra gente.

Questo è stato un evento molto drammatico nella storia della terra.

Gianpaolo Fascetto Sivillo

 

 

IL BULLISMO

Il bullismo è una violenza fisica e psicologica verso persone considerate deboli e incapaci di difendersi che sono prese come bersagli.

Questo atteggiamento si ripete nel tempo.

I bulli si divertono offendendo, minacciando, escludendo dal gruppo, appropriandosi  indebitamente degli oggetti degli altri fino a picchiare o a far fare qualcosa contro la   volontà dell’altro.

Spesso, per sentirsi più forti,  agiscono in gruppo.

Se la prendono con persone più  deboli.

I bulli usano un linguaggio offensivo, sgradevole, minaccioso, scortese, usando  spesso parolacce.

Adottano comportamenti minacciosi, di esclusione, di violenza fisica, infatti a volte colpiscono la vittima con colpi, calci, spintoni e  sputi, la ignorano, la escludono dal  gruppo e mettono in giro false voci sul conto della vittima.

I bulli sono orgogliosi del loro modo di agire negativo!

Incontrare un bullo nella vita è qualcosa di sgradevole perché ti fa stare male.

Se dovessi avere a che fare con un bullo proverei a risolvere io da sola la cosa ma se dovesse essere difficile mi rivolgerei agli adulti e denuncerei il fatto. Secondo me il bullo fa il prepotente, il violento e cerca di  mettere paura  per  sentirsi più grande di quello che è e per farsi rispettare  lui stesso dagli altri dai quali ha ricevuto lo stesso trattamento.

Quindi alla fine non è davvero forte, nasconde dietro questo suo atteggiamento insicurezze e paure.

Avrà avuto sicuramente qualche episodio negativo nella sua vita tale da portarlo a comportarsi così.

Ad un compagno vittima di bullismo consiglierei di parlare con gli adulti: genitori, insegnanti o forze dell’ordine per poter bloccare questo fenomeno negativo che si sta manifestando sempre di più.

Anastasia Marchese ( V B )