ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

DIODORINO NEWS

TI AVREI VOLUTO SALUTARE UN’ULTIMA VOLTA

DI: Ylenia Valguarnera

DICEMBRE 2018

Tutti abbiamo perso qualcosa o qualcuno. Un amore, una battaglia, una speranza, o semplicemente un soffio di vento, una manciata di stelle nella mano, il riflesso di uno sguardo sul vetro.
Questa frase letta mi tocca molto da vicino, perché purtroppo anch’io ho vissuto sulla mia pelle il dolore di una grave perdita. Ho perso il mio caro zio, una persona che mi era molto cara e che ha lasciato in me un grande vuoto
Lo so che forse è un argomento poco adatto su cui scrivere in un articolo, ma io voglio lo stesso esprimere quello che ho provato, quando ho saputo con certezza che il mio caro zio non c’era più. Ricordo ancora quello squillo del telefono che annunciava alla famiglia la terribile notizia, in quel momento il mio cuore si è frantumato in tanti pezzi.
Il mio sorriso, la mia perenne allegria, si sono spenti all’improvviso, tutto è stato trascinato via da un vento impetuoso che ha travolto me e la mia famiglia. In quel momento ho capito che non avrei dato più un abbraccio stretto a te zio, a lui che era sempre pronto a sorridere, a correre verso di me.
Ancora oggi, a distanza di anni, non capisco e non accetto perché sia successo una cosa così brutta a una persona buona, capace di regalare un sorriso a tutti; ho dentro mille perché, che forse non troveranno mai risposta e che si mescolano alle lacrime che ho versato e a quelle che ho dentro. Mi manca tutto di lui.
Mi manca il suo profumo!
Mi manca la sua risata!
Mi mancano i suoi abbracci!
Mi mancano i suoi occhi che brillavano per tutti!
So che è passato tanto tempo ma voglio chiedergli scusa se non l’ho salutato, il mio saluto soffocato dal dolore, è rimasto dentro di me, ma ogni volta che lo penso-sono sicura- arriverà al suo cuore. Ciao Zio