ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL MEGAFONO

Il 2 aprile si tinge di blu

DI: Giada Antona

Come ogni anno, anche quest’anno alcuni dei monumenti più importanti del mondo si tingeranno di blu, colore scelto dall’ONU, una “tinta enigmatica” che ha il potere di risvegliare il senso di “sicurezza” e il bisogno di “conoscenza”. La Giornata Mondiale dell’Autismo rappresenta, infatti, un momento di consapevolezza e riflessione importante perché incoraggia tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite a prendere misure per sensibilizzare l’opinione pubblica. Il 2 aprile è quindi il giorno in cui le singole organizzazioni dedicate all’Autismo, esistenti in tutto il mondo, si riuniscono per collaborare insieme nell’ambito della ricerca scientifica. Una delle organizzazioni scientifiche e di volontariato più impegnata a livello mondiale è certamente AUTISM SPEAKS. Quest’ultima ha promosso nel 2010 l’iniziativa Light it up blue per aumentare la conoscenza e la consapevolezza sull’Autismo. Attraverso quest’iniziativa AUTISM SPEAKS si rivolge, oltre che ai privati cittadini, alle pubbliche amministrazioni di tutto il mondo affinché a titolo simbolico e rappresentativo, illuminino un proprio monumento o edificio caratteristico di blu.
In occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, giovedì 2 aprile, anche in Italia si svolgeranno tantissime manifestazioni e a supporto della raccolta fondi a favore della FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo), la Rai ha previsto una programmazione dedicata fruibile su tv, radio e piattaforma digitale. Ha inoltre prodotto uno spot istituzionale in programmazione su tutti i nostri canali televisivi da martedì 31 marzo a domenica 5 aprile. Le Testate Rai si dedicano alla Giornata con vari programmi. In prima serata, alle 21.20 su Rai Premium, va in onda il film di Paolo Genovese “Sei mai stata sulla Luna?” con Raoul Bova, Liz Solari, Sabrina Impacciatore, Nino Frassica e Neri Marcorè: al centro della trama le vicende del fattore Renzo e del cugino Pino, affetto da “un ritardo dello sviluppo cognitivo”. I due protagonisti vivono in una masseria nella campagna pugliese. La loro tranquilla vita viene sconvolta quando da Milano arriva Guia, una bellissima donna che ha ereditato la masseria dal padre ed è decisa a venderla, stravolgendo così i delicati ritmi ed equilibri dei due cugini. Il legame tra i due cugini è molto forte e particolare il loro rapporto di convivenza. Il film con garbo sottolinea l’importanza di tutti quei diritti che spettano a ognuno di noi e soprattutto alle persone, e alle loro famiglie, che si trovano nello spettro autistico.