ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

MAJOR@NAPRESS

Un gioiello del territorio aurunco: le TERME DI SUIO

DI: Gemma Immacolata

di Alice Mazzucco e Giuseppe Izzo (2^D)  –  Suio è un piccolo borgo aggrappato alle ultime pendici dei Monti Aurunci.

Gli stabilimenti termali di Suio sono concentrati lungo l’ampia Via delle Terme, il lunghissimo viale costruito appositamente per collegare i vari siti in unico grande complesso curativo.

Suio è frequentata soprattutto per le sue piscine termali dove i turisti si recano per rilassarsi e recuperare energie.

Non tutti sanno che le Terme di Suio sorgono su un territorio già noto agli antichi Romani.  Questo centro termale, infatti, è collocato nel territorio dell’ex pentapoli Aurunca e fu scelto dai Romani non solo per la sua collocazione strategica, ma anche per le fonti termali che in questo luogo sgorgano spontaneamente.

Una vera e propria oasi, insomma, in cui anche i legionari più agguerriti sceglievano di riposarsi tra una battaglia e l’altra.

Era il 314 a.C. e, stando ad alcune fonti , il nome stesso di questa nota regione deriverebbe da Vesuius, termine utilizzato per indicare un luogo in cui si trovavano delle caldane.

Esistono poi alcuni reperti archeologici che, oggi accuratamente studiati, attestano una certa fama delle terme anche in epoca imperiale e in quelle successive.

Si pensa, infatti, da recenti ricostruzioni che lo stesso Settimio Severo fosse solito bagnarsi nelle acque di queste terme e che per questo avesse fatto costruire la nota “via delle terme”.

Purtroppo, le fonti non permettono di seguire passo passo l’evoluzione di questo centro dopo la dominazione romana ma si sa che nel 1023 venne fondata la Contea di Suio.

Qui, il conte Ugo decise di costruire il castello, sua residenza, e di sfruttare il piccolo porto fluviale di eredità romana, ideale per il trasporto di merci.

Nel 1079, poi, l’abate Desiderio decise di ampliare le fortificazioni e fare di questo piccolo centro un luogo di rilevante importanza del Centro Italia.

Nonostante i danni causati al castello dai due conflitti mondiali, la struttura rimane tutt’oggi apprezzabile ed è fonte di ammirazione non solo da parte di coloro che possono apprezzare ogni giorno il magnifico castello, ma anche da parte dei turisti che si recano a Suio solo occasionalmente.

Se già i nostri antenati romani avevano compreso l’immenso valore dei bagni alle Terme di Suio, un motivo deve pur esserci.

In realtà, i motivi che dovrebbero spingere ognuno di noi a recarsi almeno una volta al mese in questo luogo sono molteplici.

In primo luogo le terme di Suio permettono di ritrovare il proprio benessere psicofisico; dal momento che una mente sana può trovarsi solo in un corpo sano, rilassarsi nelle acque termali di queste sorgenti diventa un modo per cancellare le ansie e liberare la mente dagli affanni, rilassando la muscolatura e permettendo agli organi di ritrovare il loro ritmo naturale.

In secondo luogo, i trattamenti termali  presso le Terme di Suio permettono di risolvere alcuni problemi a livello fisico od organico, si può usufruire di terapie a base di fanghi, massaggi e trattamenti con pietre calde per eliminare la cellulite, aerosol e oli per risolvere delle patologie a livello respiratorio.