ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIORNALISMO SCOLASTICO

TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL MONDO IN UNA SCUOLA

A scuola con il FAI: Intervista al sig. Carlo Carlini

DI: Angela Attanasio

Di Biondi Maria Rosaria Classe II I, Ciarelli Alessandro Classe II E, Rauzino Davide Classe I F –

Alcuni alunni dell’Istituto Comprensivo Umberto I hanno avuto il piacere di intervistare il signor Carlo Carlini, un ex-dipendente della Sangritana,nonchè stimato capo Scout del gruppo Agesci Lanciano 1.

Durante quest’intervista il signor Carlini ci ha parlato del proprio lavoro all’interno della rete ferroviaria locale.

Il signor Carlini lavorava in una palazzina, dove svolgeva un lavoro di tipo tecnico, che aveva poco a che fare con la stazione.

Durante i suoi trentacinque anni di carriera, Carlini ha vissuto esperienze molto divertenti: una volta , per esempio, un operaio aveva chiesto al capo-officina di che colore dovesse dipingere il treno e il capo-cantiere, che era adirato per motivi personali, gli rispose di pitturarlo dello stesso colore della sua bicicletta!

Tra le esperienze più serie, invece, il signor Carlini ci ha raccontato che una volta si era trovato a dover prendere una grande decisione: interrompere una tratta causa frane, o far continuare il passaggio dei treni.

Lui decise, alla fine, di lasciare un operaio fermo ad aspettare il treno, per farlo camminare a passo d’uomo evitando così l’isolamento di alcuni paesi.

Il signor Carlo Carlini ci ha confidato che il suo mestiere era molto piacevole, poiché vario: svolgeva lavori all’aperto quando era bel tempo, faceva lavori contabili tecnici quando invece non era possibile uscire.

Tutti i venerdì diciassette, per contrastare la superstizione, Carlini e gli altri dipendenti cenavano insieme, per scherzare e divertirsi in compagnia.

L’ex dipendente della Sangritana ci ha comunicato la propria opinione sul FAI e sull’apertura dell’officina Sangritana per le giornate FAI di primavera 2019, affermando: – Il FAI in generale è una esperienza meravigliosa, bellissima poiché ti fa riscoprire la storia di un determinato territorio. Per quanto riguarda l’officina penso che sia molto importante per Lanciano, perché prima era piena di uffici che sono andati persi nel tempo. –

Con quest’intervista concludiamo, per il momento, i lavori per il FAI, ma vi diamo appuntamento al prossimo anno!

Gli alunni:

Biondi Maria Rosaria II I

Ciarelli Alessandro II E

Rauzino Davide I F